top of page

“Disco Club Paradiso": Quando la Musica Diventa Vita

Nel vibrante panorama musicale odierno, poche band riescono a catturare l’essenza della spontaneità e dell’innovazione come i Disco Club Paradiso. Nati dall’incontro fortuito tra i banchi di scuola tra Jacky Sax e Leo Bi, hanno tessuto un legame indissolubile con la musica, unendo forze e passioni per dar vita ad un progetto che oggi rappresenta una delle realtà più fresche ed autentiche nel circuito musicale italiano.

La loro musica, un cocktail esplosivo di spensieratezza e profondità emotiva, è il risultato di un’evoluzione costante.

La loro partecipazione ad X Factor Italia ha segnato un importante capitolo della loro storia, affinando la loro arte e consolidando la loro presenza nel panorama musicale italiano.

Con il loro ultimo album, “Come smettere con l’università”, hanno preso una decisione coraggiosa, abbandonando sicurezze per inseguire il sogno di una vita dedicata interamente alla musica, e noi, che apprezziamo molto la loro musica, ne siamo davvero molto molto felici!



Disco Club Paradiso



1. Possiamo dire che la vostra band nasce praticamente dai banchi di scuola…Jacky Sax e Leo Bi, potete raccontarci cosa vi ha spinto ad unire le vostre forze e creare i Disco Club Paradiso?


(Leo bi) : penso che siamo stati compagni di banco per anni senza sapere che entrambi amavamo la musica. L’ho scoperto un giorno casualmente, perché avevano messo un video di jacky che suonava il sax sulla lim.  Da lì abbiamo iniziato  a parlare di musica fino a far sfuggire di mano la situazione..ricordo che jacky mi faceva fare dei compiti di musica in classe. Io avevo idee lui aveva la conoscenza, unirci è stato molto naturale. 


2. Dopo questi primi anni di esibizioni dal vivo e creazione di musica assieme, come descrivereste l’evoluzione del vostro stile musicale e quali sono le vostre aspirazioni future ?


Sicuramente stiamo capendo come funziona il lavoro del musicista e tutto quello che orbita attorno alla musica.   La nostra musica sta attraversando un momento di apertura , dopo un album senza collaborazioni , vogliamo collaborare con altri artisti, per aprire la nostra visione e stimolare la creatività.


3. La vostra partecipazione ad X Factor Italia è stata immaginiamo un’esperienza importante… Come pensate che questa esperienza abbia influenzato la vostra musica e il vostro approccio alla performance live?


Con XFactor ci siamo presentati la prima volta al panorama italiano , per questo nel bene o nel male la prima impressione conta,  e te la porti dietro, nel nostro caso c’è andata bene, perché l’idea che molti si sono fatti di noi era davvero vicina alle realtà. Il programma ci ha messo su dei binari , a livello di direzione artistica, quello che abbiamo portato sul palco nel primo tour aveva con se l’eco delle nostre performance a XFactor. Con l’album abbiamo però sfogato il bisogno di far sentire qualcosa di nostro, l’abbiamo fatto in libertà. 


4. “Come smettere con l’università”, il titolo del vostro recentissimo Album, sembra evocare una decisione coraggiosa e un punto di svolta. C’è un momento o un esperienza diretta che ha ispirato questo titolo? 


Una metafora per descrivere quello che abbiamo passato è questa : immagina di essere fidanzato con un persona ma allo stesso tempo innamorato perdutamente  per un' altra .. per noi era così , tutti lavoravamo e la musica era il classico piano B, a un tratto però la musica ci ha fatto l’occhiolino e noi non abbiamo potuto far altro che “scappare” con lei. Abbiamo lasciato tutto quello che stavamo costruendo fino ad allora e abbiamo dedicato tutte le nostre energie al piano B facendolo diventare il piano A. Nel pratico il cantate ha mollato l’università, il chitarrista il posto fisso in azienda e jaky sax il conservatorio, è un album che dedicavamo al coraggio di lasciare  andare. 



Disco Club Paradiso


5. L’album (che tra l’altro ci è piaciuto tantissimo), è un mix esplosivo di spensieratezza e di suoni freschi che si fondono però anche con temi molto delicati, come fate a mantenere questo equilibrio tra leggerezza e profondità emotiva nella vostra musica?


Penso che sia un po’ intrinseco nel filtro della “chiacchiera” tra amici. Le nostre canzoni spesso partono da un' esperienza o un dialogo, per quanto i temi siano profondi, l’ironia che c’è tra di noi non permette mai di intristirsi troppo , quando ne parliamo e allo stesso modo quando facciamo musica. 


6. Lasciateci con una vostra citazione e, se vi va, con un saluto ai lettori di Musicatonica


Allora una nostra citazione fresca fresca potrebbe essere questa :

"Un acquario nell' oceano è solo del vetro a cui è entrata l’acqua dentro!" Un abbraccio e un saluto a tutti i lettori di Musicatonica , vi aspettiamo ai nostri concerti ❤️


Noi non possiamo che ringraziare i Disco Club Paradiso per questa piacevolissima chiaccherata, non vedendo l'ora di assistere presto ad un loro concerto.


Vi invitiamo anche a seguirli su Instagram:



Ad ascoltarli nella nostra Playlist su Spotify "It Alenti":





10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page